Descrizione Progetto

Vuoi diventare Procuratore sportivo?

Rivolgiti alla DLG Academy srl. La nostra società assiste i clienti nell’avvio del procedimento per l’iscrizione nell’albo dei procuratori sportivi in Spagna “ agentes de futbol”.

Oggi, in base al nuovo regolamento in vigore in Spagna a partire dal 1° di aprile del 2015, una persona fisica o anche una persona giuridica ( società) potrà richiedere la licenza per diventare agente de futbol in Spagna senza sostenere esami o test di accesso.

La DLG Academy srl, società di consulenza e formazione, si occuperà di tutte le pratiche burocratiche necessarie per l’iscrizione all’albo dei procuratori sportivi in Spagna.

Come avviare il procedimento?

Lo Studente dovrà Inviare la copia del documento d’identità o del passaporto all’indirizzo email della nostra società:  info@dlgacademy.com

Provvederemo ad inviare allo studente, a mezzo internet, un contratto di consulenza, in aggiunta ad una procura che lo studente dovrà conferire ai nostri collaboratori, per il disbrigo di tutti gli adempimenti in Spagna.

NOTA INFORMATIVA
S’informano i signori utenti che la DLG Academy srl con sede legale in Milano e sedi operative in Italia e Spagna è una società a responsabilità limitata, società di consulenza e formazione operante sia in ambito nazionale che internazionale, al fine di prestare ai suoi utenti e/o clienti tutta la consulenza ed assistenza necessaria per avviare un’attività formativa o professionale all’estero. La DLG Academy srl, pertanto, non è né una scuola né un’università.

IL PROCURATORE SPORTIVO COMUNITARIO DOMICILIATO IN ITALIA.

Oggi, la nuova  normativa  prevede la figura del procuratore sportivo domiciliato.

Si tratta del procuratore sportivo abilitato in Spagna o comunque in uno dei Paesi dell’Unione Europea, figura che si applica anche per gli abilitati al di fuori dell’Unione Europea che vogliano esercitare in Italia come agente – procuratore sportivo (il procuratore sportivo spagnolo è  l’agente deportivo o agente de futbol”).

Si definisce domiciliato perché esercita in Italia sulla base di un accordo di domiciliazione con l’agente domiciliante già regolarmente iscritto nell’apposito albo italiano.

DPCM del 23 marzo 2018 modificato dal DM del 24 febbraio 2020

Difatti con decreto del ministro delle politiche giovanili e lo sport del 24 febbraio 2020 è stato modificato il DPCM del 23 marzo 2018, prevedendosi nell’articolo 12 che coloro che abbiano acquisito il titolo di procuratore sportivo all’estero.

possono operare in Italia solo previa domiciliazione presso un agente regolarmente iscritto nel Registro nazionale e nel registro federale della relativa federazione. Nell’esercizio della loro attività, devono agire di intesa con l’agente presso cui sono domiciliati, utilizzando il titolo riconosciutogli nel Paese di provenienza e nell’ambito della corrispondente federazione sportiva nazionale di tale Paese, nonché utilizzando in ogni documento a loro firma la dicitura, aggiungendovi l’indicazione della federazione sportiva nazionale presso la quale sono abilitati e il nominativo dell’agente regolarmente iscritto nel Registro nazionale presso cui sono domiciliati”.

Quindi, la nuova ed attuale normativa, attraverso l’istituto della domiciliazione, consente ad un procuratore sportivo abilitato in Spagna o comunque all’estero di esercitare anche in Italia.

La DLG Academy srl, società di consulenza e formazione, assiste i clienti interessati nell’avvio del procedimento sia all’estero, sia in Italia.

Master MBA – Master’s Degree in Sport Management